Home / Magazine / Rubrica Legale / Violenza domestica in Lussemburgo: come tutelarsi e a chi chiedere aiuto?

Violenza domestica in Lussemburgo: come tutelarsi e a chi chiedere aiuto?

 

violenza

La violenza domestica è un fenomeno molto diffuso all’interno dei nuclei familiari, sebbene ancora pochi risultano essere i casi denunciati, sia per paura di subire ripercussioni che per le conseguenze in termini economici che tali episodi possono creare. Anche il Lussemburgo non è esente da questo tipo di problema sociale.

 Secondo uno studio condotto dal Luxembourg Institute of Health (LIH), per conto del Ministero delle Pari Opportunità, la principale causa della violenza domestica risiede nelle relazioni sociali complesse all’interno dei nuclei familiari. Lo stesso studio, inoltre, ha messo in evidenza come il fenomeno in esame colpisca famiglie di qualsiasi ceto sociale, anche se la percentuale maggiore riguarda soprattutto soggetti versanti in situazioni affettive o finanziare precarie. Le vittime sembrano essere spesso più giovani degli autori delle violenze, economicamente dipendenti dagli stessi e di solito più istruite.

Un fenomeno, quello della violenza domestica in Lussemburgo, in crescita negli ultimi anni.

Ma quali sono i rimedi e la tutela che il Granducato appresta alle vittime, ai sensi del codice penale e della legge dell’8 settembre 2003?

In primo luogo, in caso di infrazione contro la vita o l’integrità fisica di una persona, esiste un ferreo sistema attraverso il quale la Polizia, previa autorizzazione del Procuratore di Stato, emette un ordine di espulsione dal domicilio nei confronti di chi perpetra violenza all’interno delle mura private. L’espulsione è valida per 10 giorni sino ad un massimo di 3 mesi. Nel contempo, un servizio di aiuto ed assistenza materiale e psicologica alle vittime di violenza è messo in atto.

In secondo luogo, e nel più grave caso di violenze fisiche, il rimedio previsto dall’ordinamento è la pena della reclusione fino a 5 anni nonché un’ammenda sino a 5.000 euro.

Rimedio parallelo a quello dell’espulsione è la citazione in tribunale dell’autore di violenza, con archiviazione o meno del caso in termini penali, senza possibilità di usufruire dello strumento della mediazione.

Tuttavia, al fine di garantire una rieducazione ed un positivo reinserimento nel nucleo familiare dell’autore di violenza domestica, il Granducato offre allo stesso la possibilità di contattare il Riicht Eraus, un centro di aiuto ed assistenza della Croce Rossa per autori di violenze.

Per ulteriori informazioni ed assistenza è possibile visitare i seguenti siti internet sull’aiuto alle vittime di violenza domestica:

FEMMES EN DETRESSE

http://fed.lu/wp/

MINISTERO PARI OPPORTUNITÀ

http://www.violence.lu

RIICHT ERAUS

Sull’aiuto agli autori di tali fatti: http://www.croix-rouge.lu/riichteraus/

 

Rita Marsico

About passaparolina

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>


Scroll To Top