Home / Magazine / Cronaca / Ryanair, ancora richiami per la società

Ryanair, ancora richiami per la società

annuario-2015-503447.610x431Dopo la sospensione in via cautelativa della nuova policy  “bagagli a mano” della compagnia Ryanair, disposta dall’Antitrust,  i Ministri di cinque paesi europei (Lussemburgo, Germania, Belgio, Italia, Paesi Bassi) hanno richiamato Ryanair invitandola ad applicare la legge del lavoro locale al suo personale, sotto pena di esporsi a rischi “legali”. In una lettera indirizzata alla compagnia irlandese, i Ministri del Lavoro Nicolas Schmit (Lussemburgo), Kris Peeters (Belgio), Hubertus Heil ( Germania), Luigi di Maio (Italia) e Wouter Koolmees (Paesi bassi), chiedono di trovare “una soluzione urgente” di fronte al “conflitto sociale persistente con una parte significativa del suo personale in vari Stati membri”.  Ryanair si è già impegnata a fine ottobre a firmare accordi collettivi con il sindacato belga CNE-CSC per applicare la legge belga sul lavoro ai propri dipendenti entro il 31 gennaio. A seguito degli scioperi estivi, ha firmato accordi con altri sindacati dei piloti in Portogallo, Regno Unito, Italia e Spagna. Ma nulla è stato fatto per il Lussemburgo, dove Ryanair opera dal 2016. Finora, la compagnia irlandese assume il personale sotto la legge irlandese, che è più favorevole a loro, anche in altri paesi dell’UE. 

Stella Emolo

About Stella Emolo

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>


Scroll To Top