Home / Coronavirus / 57/19-nCoV: Validità del certificato di controllo tecnico per i veicoli (M1)

57/19-nCoV: Validità del certificato di controllo tecnico per i veicoli (M1)

Validità del certificato di controllo tecnico per i veicoli (M1) con scadenza tra il 18 marzo e la fine dello stato di crisi

Ricordiamo che in tutta l’Unione Europa il controllo tecnico è obbligatorio tanto per i veicoli leggeri che per i mezzi pesanti. Il test viene realizzato senza smontare le parti essenziali del veicolo e permette di verificare le anomalie che potrebbero nuocere alla sicurezza dei passeggeri ed all’ambiente. Il controllo è effettuato presso centri specifici, da tecnici autorizzati. La frequenza e le caratteristiche del controllo variano secondo il veicolo.

Durante questo periodo saranno presi in considerazione solo i veicoli con certificato in scadenza nelle prossime due settimane o per i quali il certificato non è più valido.

Nuova esonerazione per le persone vulnerabili

Considerata l’evoluzione della crisi sanitaria in seguito alla pandemia del Covid -19 in Lussemburgo e al fine di ridurre il rischio di trasmissione per le persone vulnerabili, il governo ha adottato il 3 aprile 2020 un progetto di regolamento granducale che dispensa dal controllo i veicoli adibiti al trasporto di persone la cui validità espiri tra il 18 marzo 2020* e la fine dello stato di crisi. Per garantire che i veicoli non sottoposti al controllo tecnico periodico durante lo stato di crisi possano continuare a circolare è stato proposto di prorogare la validità del certificato. In questo caso il controllo tecnico dovrà essere effettuato al più tardi il 1° settembre 2020.

Questa misura è valida unicamente sul territorio del Granducato del Lussemburgo, dato che  Il controllo tecnico si basa su una direttiva europea e che non è stata presa nessuna misura derogatoria di armonizzazione.

La misura ha lo scopo di proteggere le persone vulnerabili che non devono esporsi a rischio di contagio.

Una  servizio supplementare, proposto da alcuni organismi,  permette grazie ad un sistema di partenariato, di agevolare il controllo tecnico per le persone vulnerabili. Incoraggiamo le perone interessate a contattare questi servizi.

 

Conferma degli appuntamenti nella misura del possibile

Le persone che non rientrano in queste categorie e per le quali il certificato del controllo tecnico dovesse scadere durante il periodo di isolamento sono pregate, ove possibile, di mantenere l’appuntamento fissato.

Si ricorda che i veicoli sprovvisti del certificato di controllo tecnico non possono circolare all’estero fino al rilascio del nuovo certificato.

Infine ci sembra opportuno ricordare che un veicolo immobilizzato, fuori dalla via pubblica (cioè per esempio in un garage) non ha bisogno di un certificato di controllo tecnico in corso di validità. Chi detenesse questo tipo di veicolo e volesse omologarlo alla fine della crisi, è autorizzato a recarsi direttamente presso un centro di controllo tecnico dove sarà attualizzata la validità e la durata del certificato.

Inoltre, nell’interesse della sicurezza stradale, i proprietari e i conducenti dovrebbero continuare a garantire che qualsiasi veicolo guidato sulla via pubblica sia correttamente mantenuto e perfettamente funzionante. In effetti, le disposizioni del codice della strada non sono sospese e qualsiasi veicolo deve soddisfare tutti i requisiti di sicurezza (freni, pneumatici, illuminazione, ecc.).

 

Misure precauzionali presso le stazioni di ispezione tecnica

Le misure precauzionali nelle stazioni di controllo tecnico continuano ad essere applicate con il massimo rigore:

• Il contatto con il cliente è ridotto al minimo indispensabile;

• Il numero di clienti in attesa in un locale chiuso non deve superare le 5 persone. Inoltre, deve essere rispettata una distanza minima di 2 m tra i clienti;

• Gli ispettori del controllo tecnico devono proteggersi con guanti monouso o con un prodotto disinfettante contro una possibile trasmissione di agenti patogeni. Se si usano guanti non usa e getta, i guanti devono essere disinfettati dopo ogni controllo del veicolo;

• Si consiglia agli ispettori tecnici di indossare maschere respiratorie. Inoltre, se l’ispettore deve utilizzare il veicolo di un cliente, si consiglia di utilizzare un coprisedile.

Per ulteriori informazioni o in caso di emergenza, una persona di contatto è disponibile al numero di telefono 247-84958

 

*data di inizio dello stato di crisi

Comunicato del Ministero per la Mobilità ed i lavori pubblici ( 3.04. 2020)

(Trad/patcar)

About passaparolina

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>


Scroll To Top