Home / Magazine / In primo piano / @Voices: la realizzazione dei progetti di Séisme Italie Centrale

@Voices: la realizzazione dei progetti di Séisme Italie Centrale

(Puntata 667)

donne terremoto

Una puntata dedicata alla realizzazione dei progetti dell’associazione SÉISME ITALIE CENTRALE asbl.
Ospiti in studio: Antonella Ciconte e Beatrice Pacioni (nella foto con Paola Cairo nel giorno dell’inaugurazione del progetto di Foce di Montemonaco, agosto 2018).
Ospite telefonica: Sonia Mascioli, presidente dell’Ass. Casa delle Donne di Amatrice e Frazioni
La lettera di Antonio Censori letta da Antonella Ciconte*
Mistura Pura ci presenta il DISCO RIVELAZIONE di questo mese THE BLUE BUS in ascolto qui: https://misturapuraubiq.bandcamp.com/album/the-blue-bus
Conduce: Paola Cairo
Regia e selezione musicale: Paolo Travelli

Per riascoltare il podcast, clicca QUI

RETTIFICA: nel podcast Cairo dice che l’ass. Séisme ha raccolto 300k mentre sono stati raccolti esattamente 206k. Ci scusiamo per l’errore.

*Salve, sono Antonio Censori, l’unico abitante che risiede in pianta stabile nel paesino di Foce di Montemonaco insieme a mia moglie Silvia Zalateo. Non pensavo di rimanere solo a vivere qui, ma col sopraggiungere dell’inverno, anche i proprietari del bar e del ristorante del paesino hanno deciso di andarsene. A luglio scorso è venuto a mancare un nostro compaesano Pietro Censori, una persona anziana, che ci faceva compagnia; sapete, vedere una finestra con la luce accesa di sera, fa sempre piacere e ti riempie il cuore di gioia pensando di non essere completamente soli.

Questa estate, ma già con la fine del lockdown, le persone si sono riversate quassù sui nostri monti.

E’ stato bello vedere i giochi che ci avete donato prendere vita, con tutti quei bambini che si sono scatenati sulle altalene e sui cavallucci a molla. Con l’arrivo dell’estate la gente ha continuato a venire a trascorrere le vacanze qui, e hanno invaso tutta l’area dei barbecue che avete riqualificato Voi, con la vostra associazione, con tutte le panche nuove.

Le famiglie hanno fatto grigliate, che emanavano un odore di carne alla brace da far venire l’acquolina in bocca.  Nel periodo estivo, con l’allentarsi delle restrizioni governative relative alla situazione del Covid19, i turisti i grandi camminatori, gli escursionisti, si sono recati al lago di Pilato e sulle vette dei Monti Sibillini, ed hanno dato vita al paese e lavoro alle strutture di Foce.

Arrivato l’autunno io e mia moglie siamo rimasti di nuovo soli, ma il sabato e la domenica prima del secondo lock down le persone venivano numerose, dando un notevole lavoro alla Taverna della Montagna.  

I lavori di ristrutturazione post terremoto di alcune case continuavano senza sosta, fino ad una quindicina di giorni fa, quando, all’altezza della galleria, unica strada che porta a Foce, è caduto un masso che si è depositato sul ciglio della strada. Di conseguenza, il Comune di Montemonaco ha chiuso l’accesso al paese dando la possibilità di passaggio senza autorizzazione solo ed esclusivamente all’unico residente cioè il sottoscritto.

Questo paese, denominato la Piccola Svizzera del Piceno, sta attraversando un momento difficile, il  covid e questa caduta massi ci ha letteralmente tagliato le gambe.

Diciamo che nella sfortuna c’è la fortuna che, con i divieti della pandemia, le attività del paesino sono chiuse. Quindi questo divieto di accesso non sta arrecando danni dal punto di vista economico alle strutture commerciali in loco.

Saluti a Voi tutti, un grazie sincero per quello che avete fatto, e per quello che continuate a fare, non dimenticandoci.

Antonio Censori

 

Sullo stesso argomento: 

Inaugurata la Casa delle donne di Amatrice e frazioni. Mascioli: “siamo rimaste, ci crediamo” | PassaParola

Viaggio a Foce due anni dopo il terremoto. Per ricominciare anche grazie a voi | PassaParola

@Voices: i progetti dell’ass. Séisme italie centrale a favore dei terremotati | PassaParola

A Voices: il punto della situazione sulle attività di Séisme Italie centrale asbl | PassaParola

Marcello Moretti nelle zone colpite dal terremoto | PassaParola

About passaparolina

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>


Scroll To Top